La prevenzione del tumore al seno, la tua arma più efficace.

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno.

Anche noi di CupSubito siamo in prima linea, insieme a tutte le donne, nella guerra contro questo terribile male che ogni anno in Italia genera 52.800 nuovi casi.
Il tumore del seno è il più frequente nel sesso femminile (colpisce una donna su otto). Grazie, però, ai continui progressi della medicina e agli screening per la diagnosi precoce, nonostante il continuo aumento dell'incidenza, di tumore del seno oggi si muore meno che in passato e questo è sopratutto dovuto alla possibilità di prevenire o comunque sia diagnosticare il tumore in fasi molto precoci.
In questo articolo vedremo quali sono i fattori di rischio e gli esami e screening raccomandati per una prevenzione che è sempre più necessaria.

 

fiocco rosa

I FATTORI DI RISCHIO

Sono stati identificati molti fattori di rischio, alcuni modificabili, come gli stili di vita, altri invece no, come l'età (la maggior parte di tumori del seno colpisce donne oltre i 40 anni) e fattori genetico-costituzionali. Tra gli stili di vita dannosi si possono citare, per esempio, un'alimentazione povera di frutta e verdura e ricca di grassi animali, il vizio del fumo e una vita particolarmente sedentaria.

Ci sono inoltre alcuni fattori legati alla vita riproduttiva che possono influenzare il rischio di tumore del seno: un periodo fertile breve (prima mestruazione tardiva e menopausa precoce) e una gravidanza in giovanissima età sono protettive, così come l'allattamento per oltre un anno.

Il 5-7% circa dei tumori del seno è ereditario, legato cioè alla presenza nel DNA di alcune mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2.

LA PREVENZIONE - L'ARMA PIU' EFFICACE 

La prevenzione del tumore del seno deve cominciare a partire dai 20 anni con l'autopalpazione eseguita con regolarità (ogni mese). È indispensabile, poi, proseguire con controlli annuali del seno eseguiti dal ginecologo o da uno specialista senologo affiancati alla mammografia biennale dopo i 50 anni o all'ecografia, ma solo in caso di necessità, in donne giovani.

La diagnosi precoce è l’arma più efficace per combattere il tumore al seno. Essa viene effettuata attraverso alcuni esami specifici:

VISITA SENOLOGICA

La visita specialistica senologica è importante perché permette di raccoglie un’accurata anamnesi familiare e personale oltre a un’accurata ispezione del seno e delle ascelle, in modo da ottenere tutti gli elementi utili ad impostare gli accertamenti necessari per una diagnosi precoce.
Da sola non è sufficiente a formulare una diagnosi precisa, ma può essere utile per chiarire situazioni sospette. 

MAMMOGRAFIA

È un esame radiologico che utilizza i raggi X per fornire una immagine del seno che viene impressa su una lastra (mammografia standard) oppure memorizzati direttamente su un computer (mammografia digitale) consentendo di ingrandire le immagini e modificare il contrasto aumentando al risoluzione dell’immagine. Le immagini appaiono nei toni del nero, grigio e bianco, a seconda della densità, o dello spessore, dei tessuti.

La Mammografia è l’esame d’elezione per la ricerca di tumori al seno, soprattutto in fase iniziale , e per meglio definire la posizione e l’estensione del tumore e verificare la presenza di altre lesioni sospette.
La mammografia è indicata in particolare dopo i 40 anni. Il seno, infatti, cambia: aumenta il tessuto adiposo – che appare scuro alla mammografia – mentre diminuisce il volume della ghiandola, che appare chiara su fondo scuro , quindi, le microcalcificazioni chiare o i noduli densi a margine irregolare diventano maggiormente visibile.
Per le donne con tessuto mammario denso, la mammografia digitale offre immagini più accurate rispetto alla mammografia standard e si è rivelata maggiormente sensibile in:
♦Donne in pre-menopausa
♦Donne di età inferiore a 50 anni
♦Donne con seni densi 

Prenota con CupSubito la tua Mammografia>> presso i nostri partner della tua zona! E' semplice, rapido e trasparente.

ECOGRAFIA

È un metodo diagnostico che impiega gli ultrasuoni. Viene impiegata come completamento della mammografia in caso di seni densi o lesioni mammarie con caratteri dubbi. Non sostituisce, quindi, la mammografia ma ne è un utile complemento.
Viene impiegata in presenza di lesioni di piccole dimensioni per il reperimento preoperatorio con traccia di carbone e la biopsia con guida ecografica.

Hai bisogno di un Eco Mammaria>>? Prenotala con noi!

P.S. Clicca qui per prenotare:

Esame= Mammografia e Ecografia Mammaria>>

Esame= Mammografia e Visita Senologica>> 

Pin It

 

 

   

Back to Top